Press "Enter" to skip to content

Piano Colao: i tre assi di rafforzamento per l’Italia

Nel Piano Colao, da poco pubblicato ufficialmente, è presente una sezione dedicata ai tre assi di rafforzamento del Paese: digitalizzazione, rivoluzione verde, inclusione. Di seguito vi riportiamo le parole presenti nel rapporto della task force costituita dal Presidente Conte:

•  Digitalizzazione e innovazione di processi, prodotti e servizi, pubblici e privati, e di organizzazione  della  vita  collettiva.  Il  Paese,  intraprendendo  un’azione  di  radicale digitalizzazione  e  innovazione,  potrà  effettuare  un  “salto  in  avanti”  in  termini  di competitività del sistema economico, di qualità di lavoro e di vita delle persone, di minore impatto ambientale e di partecipazione dei cittadini alla vita pubblica. La digitalizzazione è inoltre strumento di trasparenza, riduce gli spazi per l’economia sommersa e illegale e rende  possibile uno sfruttamento  efficace  dei  dati  per  migliorare  la  qualità  di  tutte  le decisioni di policy e amministrative. L’Italia soffre in quest’ambito di un significativo ritardo rispetto ad altri paesi e l’epidemia ne ha messo in evidenza le conseguenze penalizzanti. Le iniziative proposte sono state pensate per colmare tale divario al più presto. 

•  Rivoluzione verde, per proteggere e migliorare il capitale naturale di cui è ricco il Paese, accrescere la qualità della vita di tutti e generare importanti ricadute economiche positive nel rispetto dei limiti ambientali. Sostenibilità ambientale e benessere economico non sono in contrapposizione, particolarmente per un territorio e per imprese come le nostre, anche  nell’ottica  dell’attrazione  di  lavoratori  di  alta  professionalità  e  alla  ricerca  di un’elevata  qualità  della  vita,  nonché  di  flussi  turistici  ad  alto  valore  aggiunto.  In quest’ambito  l’Italia  ha  un  ritardo  importante  da  colmare  e  le  iniziative  proposte sostengono l’accelerazione della necessaria trasformazione. 

•  Parità di genere e inclusione, per consentire alle donne, ai giovani, alle persone con disabilità, a chi appartiene a classi sociali e territori più svantaggiati e a tutte le minoranze di  contribuire  appieno  allo  sviluppo  della  vita  economica  e  sociale,  nel  rispetto  del principio  di  uguaglianza  sancito  dall’art.  3  della  Costituzione.  La  parità  di  genere  – Obiettivo 5 dell’Agenda 2030 – è fondamentale per la crescita e deve diventare, per la prima  volta,  una  priorità  del  Paese,  anche  grazie  a  valutazioni  ex-ante delle  diverse politiche  economiche  e  sociali.  Altrettanto  cruciale  è  una  drastica  riduzione  delle disuguaglianze economiche, territoriali e generazionali, che sono cresciute negli ultimi anni  e  che costituiscono un  grave  problema,  oltre  che  di  equità,  anche  di  freno allo sviluppo economico e sociale del Paese.

Leggi il rapporto completo per saperne di più:

Scopri le opportunità di investimento su Doorway Platform.