Press "Enter" to skip to content

L’Angel Investing continua a crescere

L’Angel Investing continua il proprio percorso di evoluzione e crescita in Italia, ritagliandosi un ruolo sempre più importante nel mondo del Venture Capital che, nell’ultimo anno, ha registrato operazioni per un totale di oltre 700 milioni di euro, confermando il ruolo sempre più importante nel sostegno dello sviluppo economico e sociale.

Per comprendere le potenzialità offerte alle nuove imprese dal ricorso all’Angel Investing, delineiamo di seguito la figura del Business Angel, offrendo un quadro sintetico ed immediato sulle sue principali caratteristiche.

I Business Angel: chi sono e qual è il loro ruolo

I business angel (o angel investor) sono investitori privati che apportano capitale di rischio per finanziare l’avvio o la crescita di progetti imprenditoriali ad alto potenziale di crescita e sviluppo. I target degli investimenti sono generalmente startup ad alta intensità tecnologica nei primi stadi di vita (seed financing e start up financing). Si tratta dunque di investimenti di medio/lungo periodo, ad alto rischio ma dalle potenzialità di generare ritorni economici molto attraenti.

Oltre all’apporto di capitale di rischio, l’attività di Angel Investing può includere anche l’apporto di competenze manageriali, finanziarie, tecniche e relazionali, alle società finanziate.

Dato l’alto rischio di fallimento tipico delle startup, i Business Angel si assicurano che il potenziale ritorno sull’investimento valga i rischi ad esso connessi attraverso un’attenta analisi di alcuni elementi chiave.

Cosa si intende per Business Angel Group e Business Angel Network

I Business Angel agiscono da soli o attraverso network formali o informali. Secondo il Report sull’impatto dei Business Angel realizzato dal team di ricerca Social Innovation Monitor (SIM), l’11% dei Business Angeli che ha risposto al sondaggio è iscritto a un Business Angel Group o BAN estero.

I Business Angel Group sonoorganizzazioni che riuniscono Business Angel con interessi simili e disponibilità a investimenti congiunti in imprese innovative. Spesso, queste organizzazioni hanno personale dedicato alla ricerca e alla selezione delle opportunità imprenditoriali. Italian Angels for Growth (IAG) e il Club degli Investitori ne sono esempi.

I Business Angel Network (BAN) sono invece community che favoriscono lo sviluppo di iniziative imprenditoriali, mettendo in connessione investitori e imprenditori alla ricerca di finanziamenti. In Italia, Italian Business Angels Network è il punto di riferimento per i BAN locali.

Per un quadro più dettagliato sulle caratteristiche dei Business Angel, vi consigliamo la lettura del nostro articolo L’Impatto Dei Business Angel Italiani.

All’interno dell’ecosistema imprenditoriale la collaborazione tra Business Angel Group e BAN può portare a un significativo impatto sociale. Ne è un esempio Italian Angels for Growth che grazie alle partnerhip con soggetti quali Doorway, Banca Generali, Lazio Innova, LVenture quest’anno ha raggiunto un risultato straordinario.

I Business Angel di IAG e i loro co-investitori

Nel 2020 Italian Angels for Growth, il Club di Business Angels più attivo in Italia e pilastro dell’economia startup italiana, ha raggiunto un nuovo traguardo con 25 operazioni di investimento per un totale di 68 milioni di euro raccolti dagli angel e dagli altri co-investitori. Tra questi, spicca per il suo contributo al raggiungimento di questo nuovo record storico, la partnership strategica con Doorway che ha ospitato sulla piattaforma il fundraising delle società PEP-Therapy, Qaplà, Deliveristo, Aorticlab e Rejoint, tutte in co-investimento con IAG. Nello specifico la community di investitori Doorway ha sottoscritto:

  • oltre 700.000 € per PEP-Therapy
  • oltre 600.000 € per Qaplà
  • 720.000 € per Deliveristo
  • 1,288 mln € per Aorticlab
  • 1,362 mln € per Rejoint

Siamo molto felici di questo risultato raggiunto da Italian Angels for Growth. La collaborazione fattiva e aperta ha permesso di portare al traguardo una raccolta complessiva di ben 4,6 milioni per deal diversificati per settori, ma accomunati dall’elevato potenziale di crescita. L’accelerazione garantita non solo dall’aumento di capitale ma anche dal coaching svolto dai Business Angel ha già dimostrato di essere un modello vincente visto il rapido sviluppo avuto da tutte queste imprese negli ultimi mesi.

Barbara Avalle, COO di Doorway,

Grazie a partnership innovative, come quella con Italian Angels for Growth, Doorway è un ecosistema integrato di servizi che affianca gli investitori professionali nella selezione validazione e valorizzazione delle startup e nel monitoraggio degli investimenti sviluppati per conto dei clienti.

Si tratta di un modello win-win-win che consolida le competenze e il mentoring dei business angel e i capitali apportati da investitori professionali come i Private Banker e i Family Office per accelerare la crescita delle startup investite e portarle rapidamente verso la exit.