Press "Enter" to skip to content

Intervista a Antonella Grassigli: “Il momento d’oro del venture capital è adesso”

Antonella Grassigli, cofondatrice e Ceo di Doorway, ha raccontato a Investire come il periodo più difficile per l’economia italiana sia anche un momento molto favorevole per il venture capital, in quanto proprio gli investimenti nell’innovazione possono essere la chiave per la ripresa.

Le start up innovative, e gli asset alternativi in generale rappresentano infatti uno strumento molto promettente per le reti di private banker alla ricerca del rendimento perduto in questa fase di grande liquidità da investire.

Trattandosi però di investimenti ad alto rischio, resta per l’industria private il problema della selezione dei progetti da proporre ai clienti. Proprio quest’area è riconosciuta come uno dei principali punti di forza di Doorway, essendo anche l’unica piattaforma che applica le metodologie e le best practice del mondo del venture capital tra cui la realizzazione di una scrupolosa due diligence in collaborazione con primarie società internazionali di revisione.

L’obiettivo è quello di selezionare i progetti a più elevato potenziale di exit da proporre agli investitori e costruire portafogli di investimento diversificati in termini di settore merceologico, stadio di sviluppo del progetto, valore della raccolta.

La modalità di investimento scelta da Doorway è quella del Club Deal, più idonea a consolidare investimenti unitari elevati da parte di un numero limitato di investitori. Per questo, per ogni azienda target viene creato un veicolo di investimento dedicato in cui viene raccolto tutto il capitale.

Rispetto al ricorso a una fiduciaria, modalità normalmente utilizzata in questi casi, il veicolo ha diversi vantaggi:

  • permette di consolidare tutti gli investimenti nell’azienda in una singola entità e ottenere un maggior peso nella governance interna;
  • consente una migliore tutela per l’investitore: Doorway negozia un Contratto di investimento che contiene le clausole di protezione dei soci di minoranza secondo le best practice dei fondi di Venture Capital;
  • riduce la frammentazione della captable per la startup, facilitando ulteriori investimenti

Altra caratteristica distintiva di Doorway è la figura del Champion, l’amministratore del veicolo di investimento e suo rappresentante in seno all’azienda investita. È innanzitutto un investitore, quindi portatore di interessi comuni agli altri soci, ed è un esperto del settore, in grado quindi di supportare in modo continuativo i founder nelle decisioni chiave.

Scarica l’articolo dell’intervista a InvestireTV