Press "Enter" to skip to content

#covid2019: l’inizio di una nuova società dell’innovazione

Scopri subito il mondo Doorway: visualizza ed approfondisci le opportunità di investimento sulla nostra piattaforma cliccando qui

Nel corso del 2020 le nostre vite sono cambiate, la pandemia ha reso necessario ridisegnare la nostra realtà ad ogni livello: dalle singole vite ed attività lavorative e produttive di ognuno di noi al necessario dover ripensare la realtà premendo l’acceleratore in direzione di una società, prima di ogni altra cosa, sostenibile e circolare.

Il Covid19 non rappresenta soltanto un nemico per la nostra salute, una minaccia per la nostra società, un problema per le nostre economie. Il Covid19 e’ diventato vero e proprio acceleratore del cambiamento e molti fenomeni che fino a pochi mesi fa erano solo chiacchierate prospettive, miraggi all’orizzonte, sono invece diventati necessari, immediati e manifesti palesandosi concreti in tutta la loro emergenza e gravita’: non più problemi procrastinabili ma nodi da sciogliere nell’arco di poche settimane.

Il Domani e’ così divenuto Oggi ed ognuno di noi e’ stato necessariamente chiamato a compiere uno sforzo di riflessione, di analisi e di iniziativa per costruire la realtà post-Covid: non solo nel luogo comune del cogliere l’occasione che giace in ogni crisi, ma pragmaticamente per sopravvivere.

L’innovazione e’ divenuta in breve tempo necessita’: non solo al fine di trovare valide risposte a gravi problemi in breve tempo ma anche, e forse soprattutto, come esigenza di individuare soluzioni davvero innovative e realmente divergenti dagli schemi del passato.

L’innovazione odierna deve essere Aperta e Condivisa, tale da svolgere la sua storica funzione di conferire all’azienda promotrice o al soggetto sviluppatore un vantaggio competitivo, ma al tempo stesso atta ad essere resa fruibile dalla collettività nel suo complesso, per lo sviluppo ed il progresso dell’intera comunità.

Una forma di innovazione che non puo’ piu’ prescindere la totale sostenibilità ambientale, economica e sociale.

Sostenibilità ambientale, innanzitutto, per il rispetto e per la tutela del pianeta che ci ospita. Sostenibilità economica, poi, per un sistema capace di generare una crescita duratura di ricchezza e del lavoro. Sostenibilità sociale, infine, che consenta di porre rimedio alle disuguaglianze e favorisca lo sviluppo della collettività nel suo insieme.

Non si tratta di concetti fra loro svincolati, bensì connessi ed interdipendenti.

«Questo programma è un piano d’azione per la gente, il pianeta e la prosperità. Inoltre, cerca di rafforzare la pace universale in un contesto di maggiore libertà. Riconosciamo che lo sradicamento della povertà in tutte le sue forme e dimensioni, inclusa la povertà estrema, è la più grande sfida globale e un requisito indispensabile per lo sviluppo sostenibile. Tutti i paesi e tutte le parti interessate, agendo in uno spirito di collaborazione, attueranno questo piano. Siamo decisi a liberare la razza umana dalla tirannia della libertà e proteggere il nostro pianeta. Siamo determinati a intraprendere le azioni coraggiose e trasformative che sono urgentemente necessarie per portare il mondo su un sentiero di sostenibilità e resilienza. Mentre ci imbarchiamo in questo viaggio collettivo, ci impegniamo a far sì che nessuno sia lasciato indietro»

-da “Transforming our world: the 2030 Agenda for Sustainable Development

E forse un modello di “Economia Circolare” diventa necessario per raggiungere tali nobili obiettivi: un modello basato su condivisione, riutilizzo, ripartizione, ricondizionamento e riciclo di prodotti e materiali al fine di massimizzarne la vita utile.

«far rientrare i materiali continuamente in gioco seguendo due binari, quello delle materie biologiche (derivanti dai cicli naturali) e quello delle materie tecniche (derivanti dal ciclo artificiale)»

– Luca Dal Fabbro, “L’economia del Girotondo, 2017”

Il Coronavirus, tirando le somme, condanna la società all’Innovazione, rendendo necessaria una sorta di nuovo design della realtà, nel segno della Sostenibilità e della Circolarità, con l’Impresa quale stakeholder di decisiva importanza.

Uno scenario in cui emergono alcune delle caratteristiche su cui, quotidianamente, impostiamo il progetto di selezione dei progetti che presentiamo in piattaforma come opportunità di investimento: progetti green, sostenibili, circolari, che perseguano un’utilità condivisa, un miglioramento del mondo nella visione di remare in direzione del “Miglior Futuro Possibile“.

Scopri subito il mondo Doorway: visualizza ed approfondisci le opportunità di investimento sulla nostra piattaforma cliccando qui

fonte: Linkiesta